Sì! La nostra offerta di appartamenti dove convivere in piccoli gruppi è nata per questo!

Spesso le persone che soffrono il disagio psichico non riescono più a vivere all’interno della propria famiglia di origine e nello stesso tempo non sanno come progettare una vita autonoma.

La nostra proposta di housing sociale mira proprio a questi obiettivi:

  • Accogliere persone in difficoltà in piccole comunità autogestite e autonome

  • Dove vivere insieme ad altri secondo regole molto ben definite e condivise…

  • Dando ciascuno il proprio contributo in ogni campo (dalla pulizia degli ambienti, alla spesa, alla cucina)…

  • Assumendosi la responsabilità di se stessi e sopportando le fatiche dei compagni…

  • Per scoprire e sviluppare le proprie risorse in un ambiente protetto e nello stesso tempo stimolante perché affidato all’autonoma gestione degli stessi utenti.

Comunità Vigilate

Ogni appartamento-comunità è seguito da un responsabile esterno, che con visite regolari vigila sul rispetto delle regole e sul mantenimento di un clima di collaborazione e amicizia.

COME SI HA ACCESSO A UNA DELLE NOSTRE REDIDENZE?

Ciascun utente di questo servizio viene accolto secondo il parere della direzione dell’Associazione in base a una diagnosi psichiatrica che accerta che egli può vivere questa esperienza e trarne vantaggio e nell’ambito del suo Progetto Terapeutico Riabilitativo personalizzato. Si richiede una relazione da parte del CPS competente.

Si prevede una residenza per un periodo non superiore ai quattro anni.

I Nostri Appartamenti

Casa Alfredo Ciatti

È un appartamento di 130 mq, capace di ospitare al massimo cinque persone. È una casa abitata da giovani ragazze di età compresa tra i 18 e i 30 anni.
Dimora vivace, simpatica, sempre in movimento alla ricerca di una progettualità fattibile. È composta da una cucina abitabile, da un grande salone per i momenti di riflessione/verifica e ricreativi, da tre stanze da letto e da due bagni.

Casa Andreina Daolio

È un appartamento di 130 mq capace di ospitare al massimo cinque persone. È una comunità maschile abitata da giovani di età compresa tra i 18 e i 40.
Residenza dinamica, concreta, desiderosa di misurarsi con le sfide della società e in modo particolare con quelle lavorative. È composta da una cucina abitabile, da un salone per i momenti di riflessione/verifica e ricreativi, da tre stanze da letto, da due bagni e da un grande terrazzo.

Casa Roberto Ardigò

È un appartamento di 160 mq capace di ospitare al massimo sei persone. È una casa abitata da giovani donne di età compresa tra i 30 e i 50 anni.
Dimora pacata, equilibrata dove si vive il desiderio di consolidare le proprie aspettative di autonomia e di ricerca del proprio posto nella società. È composta da una cucina abitabile, da un grande salone per i momenti di riflessione/verifica e ricreativi, da tre stanze da letto e da quattro bagni.

Questa è la vera natura della casa: il luogo della pace; il rifugio non soltanto dal torto, ma anche da ogni paura, dubbio e discordia.

JOHN RUSKIN

Sostienici Ora

Aiutaci
PRENDITI CURA DI NOI
0
0
0
0
Days
0
0
Hrs
0
0
Min
0
0
Sec

Il tuo aiuto è importante! Le persone che soffrono di un disagio psichico e le loro famiglie hanno bisogno di una rete di sostegno estesa e articolata: assistenza psicologica, attività socializzanti, servizi individuali, iniziative di gruppo e percorsi formativi. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di portare avanti tutti questi progetti.